Partenti e Pronostici – Domenica 18 Ottobre 2020

Partenti e Pronostici – Domenica 18 Ottobre 2020

Tre anni in vetrina

 

L’intensa programmazione autunnale dell’Arcoveggio propone un’accattivante domenica con i tre anni in cima al cartellone, sette al via in un  handicap sul doppio chilometro  dalla difficile lettura tattica, con 4 inquilini del primo nastro e 3 agguerriti inseguitori tutti o quasi in grado di aspirare al bottino pieno, chi per la collocazione, vedi Bentley e Bellini Grif, chi per la statura atletica, Boston Trio, Bananarama Jet e Bolero Grif, mentre per Balalaica Matto l’obbiettivo è un percorso netto in chiave podio Alle 15.00 scenderanno in pista i gentlemen alle redini di 7 soggetti dalla brillante carta agonistica, favori del pronostico per Vortice Leo e Filippo Monti , quest’ultimo capolista nazionale per una lunghezza di vantaggio su Elena Villani, mentre per le piazze si candidano Zenox Bi e Michele Canali e la coppia veneta Zorko/Gianfranco Celin, poi, alla seconda, obbiettivo prima vittoria per i i dieci puledri  al via sulla breve distanza, difficile la scelta per la mancanza di riferimenti ma l’ottima qualifica di Crack Op consente di azzardarne la nomination assieme a Cortes Dei Greppi e Creso Risaia Trgf, in guide Lorenzo Baldi, Vincenzo Mango e Francesco Facci.

Poker nel mirino per Artiglio Deiventi alla terza corsa, doppio chilometro per quattro anni,  con il cadetto allenato dall’eclettico veterinario Francesco Alessandrini e guidato da Marco Stefani in grado di venire a capo di una stringata quanto agguerrita concorrenza, su cui spiccano le qualità atletiche di Avion D’Aghi, forgiato dallo stesso Alessandrini ed ora alla scuola di Loris Farolfi e la regolarità di servizio di Aly Prav, prposta dei fratelli Pistone con Manuel in tolda di comando, poi, alla quarta, gran folla e curiosi intrecci, con Alvin Dei Daltri e Maurizio Cheli possibili mattatori e Always On My Mind nei panni dell’alternativa con il suo proprietario nonché valente gentlemen prestato occasionalmente ai professionisti, Daniele Orsini, terze forze Alcatraz ed lo spagnolo Antonio Fernandez Lopez da qualche tempo agli ordini di Gennaro Casillo. Tre giri di pista per uno sparuto gruppetto di anziani, siamo alla quinta corsa con il partner di Marco Stefani,  Fingers Cross in grado di conquistare la prima vittoria italiana contro avversari agguerriti e assai adatto allo schema, su tutti, la generosa allieva di Lorenzo Baldi , Rouen Peste Tft e lo stacanovista Vaomar, decisamente il migliore tra gli inquilini del primo nastro, mentre in chiusura, ottima occasione per Zapote Twister, che Battista Congiu affida a Davide Nuti e buone chance anche per Ursus Tft, in altri tempi plebiscitario favorito e Ziara dell’Est, competitiva a percorso netto.

A cura dell’Handicapper VALTER CESARON