Resoconto corse – Sabato 6 Marzo 2021

Resoconto corse – Sabato 6 Marzo 2021

Giulia Deschi la mattatrice del sabato bolognese, dedicato alla Festa della Donna

Le ventilate minacce di Giove Pluvio si sono dissolte nel primo pomeriggio ed il sabato del trotto bolognese ha regalato una divertente ed assolata riunione di corse incentrata sulle sfide dedicate alle Amazzoni ed abbinate al Trofeo di beneficenza  “For Life”, con i gentlemen impegnati in una manche agonistica ed i prof a regalare emozioni e spettacolo sin dal prologo.

Posta come quarta manche del palinsesto prefestivo, la corsa d’apertura della kermesse in rosa, Premio A.S.DONNE GALOPPO SELLA TROTTO prevedeva la partecipazione senza l’uso della frusta ed è stata vinta, anzi dominata, dalla neo cadetta Beren e dalla giovane “giuliana” trapiantata in Campania Giulia Deschi, tatticamente perfetta nella condotta di gara, che ha visto la sua allieva precedere in 1.15.5 Bigben Dei Greppi e Monica Gradi, mentre al terzo posto sono giunti Bfcfrancis e Jessica Pompa per un podio tutto appannaggio di colori marchigiani.

Parentesi gentlemen alla quinta corsa, col successo nel Premio Amici di Casa Insieme dell’unica donna in gara, Monica Gradi che con la sua Ultraledy Grad, alla media di 1.16.0 e con il piglio di una indiscussa superiorità, ha facilmente disposto del migliorato Zenox Bi, improvvisato da Federico Bongiovanni, e di Zero Giulia, portacolori del pluripremiato Michele Canali, presidente del Club Gentlemen regionale.

Due partenze richiamate ed un emozionante giro finale hanno caratterizzato l’evento conclusivo, il Premio Progetto MAI SOLI, handicap sulla media distanza che il trascurato routinier scandinavoVasterbo Sky Hight ha vinto a quota siderale e alla più che discreta media di 1.16.8, regalando l’en plein a Giulia Deschi, al secondo posto l’esperto Paco con Elena Bruniera, mentre le movimentatrici della contesa, Visy Pan e Michela Rossi hanno completato il podio.

Prossimi appuntamenti all’Arcoveggio, sempre a porte chiuse, giovedì 11 e sabato 13 marzo.

A cura dell’Handicapper VALTER CESARON