Partenti e Pronostici – Domenica 26 Settembre 2021

Partenti e Pronostici – Domenica 26 Settembre 2021

Continentale e molto altro

 

Una domenica di grande pregio attende gli appassionati all’ippodromo dell’Arcoveggio, con il Gran Premio Continentale a proiettare il trotter felsineo ai vertici dell’ippica internazionale grazie ad una sfida  ricca di campioni, contraddistinta da un’intricata trama tattica e dalla partecipazione dei migliori driver del circus europeo. Dodici i contendenti impegnati sulla media distanza nel solco disegnato da nomi di celebrate star del turf, da Top Hanover a Nesta Effe, passando per Varenne, Brillantissime senza dimenticare il recorder, 1.11.5, Urlo Dei Venti  e chiudendo con Alrajah One, vincitore nel 2020 nelle mani di Alessandro Gocciadoro, autore sin qui di un poker che lo declina tra i grandi interpreti delle redini lunghe. Sarà proprio Alessandro Gocciadoro il driver del favorito della edizione 2021 del Continentale, il suo Bepi Bi ha sorteggiato un eccellente numero uno e dopo un rientro alle gare vittorioso ma prudente  a Follonica, scenderà all’Arcoveggio pronto a sfoggiare condizione rodata e partenza al fulmicotone per rintuzzare il prevedibile tentativo esterno della campionessa Blackflash Bar che Santo Mollo proietterà al suo esterno certo di giocarsi gran parte della corsa nella fase d’avvio, un po’ come faranno Giampaolo Minnucci e Bonjovi Mmg, coppia affiatata che ha contraddistinto le stagioni classiche della leva 2017. Curiosità per Hooker Berry, star francese che riporta in Emilia il leggendario Jos Verbeeck, il “Diavolo Belga” salirà in sediolo all’allievo di Franck Leblanc carico di aspettative, mentre in ottica podio salgono le quotazioni di un altro allievo del team Gocciadoro, il globe trotter Bubble Effe per il quale è stato ingaggiato Marco Stefani, beniamino della tribuna felsinea e driver di talento, nonché di Birba Caf, confinata all’estremità della prima fila, ma giumenta tenace ed in grande forma anch’essa preceduta dalla grande fiducia del suo entourage capitanato da Enrico Bellei. Non solo Continentale nel variegato cartellone festivo dell’Arcoveggio, come da tradizione ventennale, il convegno propone il Memorial Gasparetto, con le due batterie ad inizi del pomeriggio e la finale come ottava  a ricordare l’uomo che ha scoperto tanti campioni oltreoceano dando un volto nuovo al trotto nazionale. La disamina delle due batterie, dalle quali sortiranno gli otto finalisti, parte dal match tra Zimmy Cub 8 Antonio di Nardo) e Verdon Wf ( Alessandro Gocciadoro) nel prologo, con Azdora ( Minnucci) e Achille Blv  ( Bellei ) ad inseguire la promozione e giocarsi la leadership in partenza, mentre nell’immediato prosieguo, ancora la giubba gialla di Gocciadoro in evidenza con Amornero Roc, ma congrue speranze di pass anche per Zenyatya Lux, con Di Nardo alle redini, Ultras Grif, con Vitagliano e Africa Jet, atout di Renè Legati. Parentesi Gentlemen alla terza corsa, nove coppie in pista e driver senza frusta nel Trofeo Gd For Life, miglio per rodati anziani che Leonardo Vastano e Antonietta Ama prenotano già all’antepost, anche se  il velocista di Andrea Venezia Ufo Gius Sm e il tenace portacolori di Matteo Zaccherini, Tayron Grad sono avversari tutt’altro che malleabili, attenzione a Zalshan As, qualitativo ospite toscano guidato da Daniele Orsini. L’asticella si mantiene ai vertici qualitativo con il Criterium Arcoveggio, miglio per giovani virgulti di due anni, che l’invitto Daughter As  e Max Castaldo correranno da favoriti su Dany Matic e Cesare Ferranti, senza trascurare le indubbie qualità atletiche di Dani, affidato ad Antonio Di Nardo e di Divina Bi, lady dalle rosse premesse sulla quale sale il proprietario nonché allevatore Mauro Biasuzzi, mentre alla quinta, giumente di 4 anni sui due giri di pista in un contesto estremamente equilibrato e notevoli aspettative in ottica cronometrica, grazie alle presenze di Baaria Ama, Brooklyn Lux, Brigitte Roc e Beautiful Day, in guide, Leonardo Vastano in una digressione tra i prof, Antonio di Nardo, Enrico Bellei e l’immarcescibile Gocciadoro. I riflettori si spostano sui tre anni protagonisti di un handicap alla sesta corsa, duemila i metri da percorrere in un rebus tattico che da Carpe Diem a Caesar Jet e  Caos, citati in ordine di preferenza, passando per il penalizzato Carlos Op, offre ampie opportunità in chiave successo, mentre in chiusura, nastri e tre giri da percorrere  per i dieci candidato sui quali spiccano Zico e Tornado del  Vento tra gli avvantaggiati, Una Bella Gar, Valente Fb e Unica Cagemar tra gli inquilini del secondo nastro.

A cura dell’Handicapper VALTER CESARON