Partenti e Pronostici – Giovedì 5 Maggio 2022

Partenti e Pronostici – Giovedì 5 Maggio 2022

Maggio prosegue in grande stile all’Arcoveggio

Giovedì dalle cospicue proposte tecniche all’ippodromo di Bologna, con sfide all’insegna della velocità riservate a cavalli esperti e abituali frequentatori del panorama classico, a tre anni dalle notevoli ambizioni e a cadetti dalla solida carriera ai margini della prima categoria, mentre il tradizionale handicap di fine giornata vedrà in scena 17 “routinier” impegnati sulla media distanza. Il vernissage pomeridiano sarà inaugurato dai cadetti, schema scarno ma individualità dall’elevata caratura con Cerbero Trebì ai vertici del pronostico dopo l’ultima probante performance, curiosità per Costante Jet, alla seconda uscita con il team Gocciadoro e soggetto dalle indubbie qualità atletiche, mentre il grintoso Carosio Light trova finalmente un contesto lineare dopo le numerose prove ad handicap (corse sempre all’inseguimento). Alla seconda, ancora la leva 2018 in pista con Candelario in grado di venire a capo di binomi agguerriti come quelli formati da Corsa del Nord/Vp Dell’Annunziata e da  Comasia/Giuseppe De Filippis. Eccellenti tre anni incrociano le forme nel prosieguo con  Alessandro Gocciadoro e Du Quoin As favoriti nei confronti di Destiny Di Poggio e Roberto Vecchione, con Diva Spritz e Andrea Farolfi in grado di ambire al podio grazie alla forma e al buon numero di partenza. Alla quarta, palcoscenico per anziani impegnati nella corsa più qualitativa del convegno, un miglio al quale hanno aderito soggetti della caratura di Alchimia di Casei, che Andrea Farolfi  cercherà di proiettare al comando sin dalle prime battute, Zarevic Blessed, carta di Vecchione e vincitore in grande stile un paio di settimane orsono, senza trascurare l’ospite meneghino Bacco del Ronco che Pietro Gubellini e Fausto Barelli presentano con grande fiducia. Gentlemen e tre anni saranno impegnati alla quinta corsa, miglio per nove con Dante Ssm in grado di tenere testa a Donne Moi Glory e Diwy Jo. Alla sesta, tornano gli anziani con l’ennesima chance in ottica di vittoria per Alessandro Gocciadoro,in sulky a Borg Grif difficilmente battibile a percorso netto nonostante la forma del marchigiano Sandro e del siculo trapiantato a Bologna Tayler Di Pippo. L’epilogo sarà nel segno della tradizione con 17 protagonisti a dar vita all’handicap abbinato all’ippica nazionale, con Byron Di Poggio in evidenza tra gli inquilini del primo nastro assieme all’ardente Uragano Stecca, sul quale torna Vp Dell’Annunziata per replicare il recente tentativo di fuga, mentre a quota meno vento spiccano il tenace Splendeur Joyeuse, il regolare Ares Sco e l’austriaca Mon Cherie Venus.

A cura dell’Handicapper VALTER CESARON